Untitled 1
iPadOS al WWDC: ora anche iPad ha il suo OS su misura

iPadOS al WWDC: ora anche iPad ha il suo OS su misura
iPadOS è forse una delle più grandi novità del WWDC 2019 da parte di Apple. Si tratta di un derivato di iOS ma che è pensato specificatamente per i tablet della società di Cupertino portando molte novità e un migliore multitasking.

ipados

A parlare è stato Craig Federighi, a capo dello sviluppo software in Apple. L'alto dirigente ha spiegato le novità per quanto riguarda iPadOS che ora si adatterà meglio alle funzionalità e alle specifiche esigenze degli utenti di iPad che potrebbero avere necessità diverse da quelle di chi utilizza iPhone.

iPadOS: pensato per iPad e il multitasking
In iPadOS si è data maggiore enfasi al multitasking e alla possibilità di sfruttare l'ampio display. Partendo dalla Home, questa è stata ridisegnata per mostrare più app nella stessa schermata ed è possibile gestire meglio i widget tenendo sott'occhio le informazioni rapide come meteo, borsa, calendario, etc..

empre parlando di multitasking, iPadOS permette all'utente di lavorare su due o più file all'interno della stessa applicazione. Questo permette di avere un lavoro più organico e meglio strutturato per chi ha a che fare con diversi documenti da editare. Ovviamente è poi possibile utilizzare App Exposé per passare da un'app all'altra o avere una panoramica.

Apple Pencil è ancora più rapida nei tempi di risposta passando da 20 ms a ben 9 ms, garantendo un'esperienza d'uso più vicina a quella delle vere matite sulla carta. Grazie a iPadOS è possibile inviare pagine web, documenti, email scorrendo con Pencil dall'angolo dello schermo.


Anche la tavolozza degli strumenti è stata rivista: questo permette di avere accesso sia alle vecchie versioni, sia a nuovi strumenti utili per i creativi (e non mancano una gomma più precisa e un righello).

iPadOS ora supporta chiavette e migliora l'integrazione con il cloud
Ma iPadOS da anche nuovi modi di gestire i file e documenti presenti su iPad e non solo. Grazie alla nuova versione dell'app File c'è un miglior supporto a iCloud Drive per la condivisione delle cartelle. Non manca il supporto a unità USB (come chiavette), schede SD o server SMB.



File ha anche una modalità anteprima ad alta risoluzione con visualizzazione su colonne. Sarà anche possibile creare PDF, ruotare pagine e segnare note più rapidamente. iPadOS poi aggiunge il supporto a nuove scorciatoie da tastiera.

iPadOS ha un nuovo browser Safari "di classe desktop" che permette di superare i limiti del browser pensato per iOS e per gli schermi più piccoli degli smartphone. Questo significa che sarà visualizzata la versione desktop del sito ma ci sarà un'ottimizzazione per il tocco. Non manca un nuovo gestore per il download, scorciatoie da tastiera e una migliore gestione delle schede.


L'editing del testo è ancora più rapido su iPadOS. Grazie alle nuove gesture si potrà tagliare una parte, "prenderla" con una nuova gesture a tre dita e spostarla in un'altra parte del documento. Migliorata la selezione del testo ma anche la possibilità di ridurre le dimensioni della tastiera per farla diventare utilizzabile con una sola mano (come su smartphone) sfruttando anche QuickPath.

Su iPadOS non poteva mancare la "dark mode" che consente di ridurre l'affaticamento degli occhi in ambienti scuri. Non manca poi il supporto a caratteri personalizzati che sono utilizzabili all'interno di tutte le app. La nuova app Foto permette di evidenziare le immagini migliori di una serie di fotografie simili oltre a mostrare i "ricordi" di eventi passati.

Non manca il supporto all'autenticazione tramite Apple ID che dovrebbe garantire un migliore grado di protezione dei dati e della privacy. Si aggiorna anche Maps che introduce soluzioni simili alla controparte di Google con StreetView.



Migliorano anche le prestazioni complessive del sistema grazie a iPadOS. Come per iOS 13, per esempio Face ID è più veloce a riconoscere l'utente dando un accesso più rapido ad iPad, ridotte le dimensioni delle app del 50% mentre gli aggiornamenti si riducono del 60%.

iPadOS arriverà questo autunno in versione definitiva. Ora è iniziata la campagna di preview pubblica attraverso delle beta che andranno via via a definire come sarà effettivamente il sistema operativo. Il supporto è previsto per iPad Air 2 (o successivi), tutti gli iPad Pro, iPad di quinta generazione e successivi e iPad mini 4 e successivi.











© 2015-19 Ennegitech di Novello Giorgio. Tutti i diritti riservati.
e-Mail: gio.nov@outlook.com  Tel: 345.10.21.980
Via San Romolo, 29/7 - 16157 Genova (GE)
P.I.: 01195440993

Sviluppato da Ennegitech su MFKit 1809